Crea sito

microsoft windows

Microsoft Windows è una famiglia di  e sistemi operativi dedicati ai personal computer, ai server e agli smartphone. windows normalmente nasce per i DOS e PC DOS  e diventa sistema operativo con Windows NT (dedicato alle workstation e ai server) e Windows 95.
 In particolare attualmente Microsoft Corporation commercializza solo sistemi operativi appartenenti alla famiglia Microsoft Windows: Windows 8 per i personal computer e le workstation, Windows Server 2008 R2 e Windows Home Server 2011 per i server, Windows Phone per gli smartphone, e Windows CE per i Pocket PC e i Portable Media Center.

Con Microsoft Windows attualmente Microsoft Corporation detiene la maggior parte del mercato dei sistemi operativi: a gennaio 2013 la quota di mercato relativa a Microsoft Windows in tale settore commerciale era pari all'80,47%.

ambienti operativi a 16bit

Questi forniscono semplicemente un'interfaccia grafica, detta desktop e richiedono un sistema operativo separato per i servizi essenziali (come l'accesso ai dischi, il monitoraggio della tastiera per l'input, e così via) che usualmente era MS-DOS della stessa Microsoft.
Windows 1.0 del 1985.
Windows 2.0 del 1987.
Windows 3.0 del 1990.
Windows 3.1 del 1992.

Sistemi operativi ibridi 16/32 bit

I servizi del sistema operativo DOS vengono integrati in Windows. Questi sistemi operativi vengono spesso indicati con il nome "Windows 9x".
Windows 93 del 1993, ma mai rilasciato (si tratta del'unica release di Windows ad essere ibrida tra 8 e 16 bit).
Windows 95 del 1995.
Windows 98 del 1998.
Windows ME del 2000, che ha conosciuto una diffusione minore rispetto ai due precedenti, a causa dei suoi numerosi bug.

Sistemi operativi a 64 bit per architetture EM64T e AMD64

Lo sviluppo tecnologico portò allo sviluppo di tecnologie quali Intel EM64T e AMD AMD64, che estendono il set tradizionale di istruzioni a 32 bit X86. Il supporto a questa nuova architettura nacque inizialmente con le versioni x64 di Windows XP e Windows Server, per poi estendersi a tutte le versioni successive di Windows. Dopo Windows XP, ogni sistema operativo avrà la sua versione a 64 bit.
Windows XP Professional x64 Edition
Windows Server 2003
Windows Vista rilasciato nel 2006 per le aziende e nel 2007 per il pubblico
Windows Home Server rilasciato nel 2007
Windows Server 2008 rilasciato nel 2008
Windows 7 rilasciato nel 2009
Windows 8 rilasciato nel 2012

Sistemi operativi a 64 bit per architettura IA-64

Già alla fine degli anni '80 e nei primi anni '90, Hewlett-Packard si rese conto della limitazione dell'architettura X86 che dominava il mercato. Dallo sforzo per migliorare questa tecnologia, nacquero prima EPIC e poi, con la collaborazione di Intel, la versione definitiva dell'architettura, IA-64. Questa nuova architettura si pone come successore di x86 e delle architetture RISC, rinnovando completamente il set di istruzioni e basandosi soprattutto sul parallelismo di istruzioni. Al momento IA-64 è limitata al campo server e probabilmente non ne saranno più sviluppati.
Windows XP 64 bit Edition
Windows Server 2008
Windows Server 2012

Cronologia dei sistemi Windows

Data pubblicazione Nome sistema Versione Supporto
20 novembre 1985 Windows 1.01 1.01 Terminato il 31 dicembre 2001
9 dicembre 1987 Windows 2.03 2.03 Terminato il 31 dicembre 2001
27 maggio 1988 Windows/386 2.11 Terminato il 31 dicembre 2001
22 maggio 1990 Windows 3.0 3.0 Terminato il 31 dicembre 2001
18 marzo 1992 Windows 3.1 3.1 Terminato il 31 dicembre 2001
1 ottobre 1992 Windows For Workgroups 3.1 3.1 Terminato il 31 dicembre 2001
27 luglio 1993 Windows NT 3.1 NT 3.1 Terminato il 31 dicembre 2001
31 dicembre 1993 Windows 3.11 3.11 Terminato il 31 dicembre 2001
21 settembre 1994 Windows NT 3.5 NT 3.5 Terminato il 31 dicembre 2001
30 maggio 1995 Windows NT 3.51 NT 3.51 Terminato il 31 dicembre 2001
24 agosto 1995 Windows 95 4.0.950 Terminato il 31 dicembre 2001
24 agosto 1996 Windows NT 4.0 NT 4.0.1381 Terminato il 31 dicembre 2004
25 giugno 1998 Windows 98 4.10.1998 Terminato l'11 luglio 2006
5 maggio 1999 Windows 98 SE 4.10.2222 Terminato l'11 luglio 2006
17 febbraio 2000 Windows 2000 NT 5.0.2195 Terminato il 13 luglio 2010
14 settembre 2000 Windows Me 4.90.3000 Terminato l'11 luglio 2006
25 ottobre 2001 Windows XP NT 5.1.2600 Esteso fino all'8 aprile 2014
28 marzo 2003 Windows XP 64-bit Edition 2003 NT 5.2.3790 Terminato a luglio 2005
24 aprile 2003 Windows Server 2003 NT 5.2.3790 Esteso fino al 14 luglio 2015
25 aprile 2005 Windows XP Professional x64 Edition NT 5.2.3790 Esteso fino all'8 aprile 2014
8 luglio 2006 Windows Fundamentals for Legacy PCs NT 5.1.2600 Esteso fino all'8 aprile 2014
30 gennaio 2007 Windows Vista NT 6.0.6000, NT 6.0.6001 e NT 6.0.6002 Esteso fino all'11 aprile 2017
7 novembre 2007 Windows Home Server NT 5.2.4500 Terminato l'8 gennaio 2013
27 febbraio 2008 Windows Server 2008 NT 6.0.6001 o NT 6.0.6002 (2008 std 64 bit) Esteso fino al 14 gennaio 2020
22 ottobre 2009 Windows 7 NT 6.1.7600 o NT 6.1.7601 con SP1 Supportato fino al 13 gennaio 2015
22 ottobre 2009 Windows Server 2008 R2 NT 6.1.7600 Esteso fino al 14 gennaio 2020
1 luglio 2011 Windows Thin PC NT 6.1.7601 Esteso fino al 14 gennaio 2020
26 ottobre 2012 Windows 8 NT 6.2.9200 Supportato fino al 10 gennaio 2023
26 ottobre 2012 Windows RT NT 6.2.9200 Supportato fino al 10 gennaio 2023
Ottobre 2013 Windows 8.1 NT 6.3.9319 In fase di preview

Architettura del sistema

e varie famiglie di Windows hanno caratteristiche tecniche molto diverse fra loro:
Le versioni a 16 bit erano semplicemente degli "ambienti grafici" che fornivano al programmatore un insieme di librerie e servizi per l'interfaccia grafica. In realtà le funzioni di base (l'input/output, l'accesso ai dischi e la gestione della memoria) sfruttavano i servizi del BIOS e del DOS.
Le versioni ibride a 16/32 bit (la famiglia Windows 9x) disponevano invece di un proprio kernel in modalità protetta, che tuttavia era un'evoluzione del kernel in modalità reale del DOS.
La famiglia Windows NT, invece, è basata su un kernel completamente nuovo a 32 bit (64 bit in alcune versioni recenti) con architettura a microkernel ibrido.
Ciò che rende uniformi tutti i sistemi Windows è l'interfaccia ad alto livello al programmatore, costituita dalle Windows API che hanno mantenuto una forma sostanzialmente immutata dalla prima versione di Windows ad oggi.

I problemi di sicurezza

I sistemi operativi della Microsoft sono il principale obiettivo degli scrittori di virus informatici, a causa dell'effetto combinato della grandissima diffusione e dalle scarsissime conoscenze, da parte dell'utente medio, dei pericoli derivanti dalla connessione di un PC ad una rete di estensione mondiale come Internet.
Negli ultimi anni con l'avvento di Internet e la crescita ulteriore della base di computer installati, tanto la produzione di virus, quanto l'ampiezza del danno che possono provocare è cresciuta: è richiesto un bagaglio relativamente basilare di nozioni per creare epidemie in grado di rallentare significativamente le strutture informatiche di tutto il mondo, con conseguenze calcolate da alcuni in migliaia di ore di lavoro perso. Alla luce di tutto ciò la sicurezza è tornata ad essere un tema primario per governi, analisti, sviluppatori e aziende: per la stessa Microsoft è diventata una delle priorità principali. Infatti, molti aggiornamenti rilasciati per i propri sistemi operativi sono dedicati alla sicurezza, come quelli atti a "chiudere" le falle scoperte nel sistema o come il tool Strumento di rimozione malware di Windows.
Parallelamente si è sviluppato il dibattito se la garanzia di programmi sicuri sia meglio assicurata dalla trasparenza nel rendere pubblici i bachi e le vulnerabilità scoperti o invece dal mantenere questo tipo di informazioni riservate fino alla risoluzione del problema. Dibattito che si intreccia con quello sul rilascio o meno del codice sorgente. Microsoft, che è un proponente del secondo approccio, ha risposto alla crescente richiesta da parte di pubbliche amministrazioni e grosse aziende di poter visionare il codice che utilizzano, varando l'iniziativa denominata Shared source, la quale consente a pagamento (ma gratuitamente per le pubbliche amministrazioni) di avere accesso ai sorgenti. Ironicamente, una falla di sicurezza del sito della società delegata a gestire gli accessi al codice sorgente ha causato nel febbraio del 2004 la diffusione di una parte del sorgente di una versione preliminare di Windows 2000 (circa 200 MB di codice), da cui derivano anche Windows XP e Windows Server 2003.

<p><a href="http://www.windowsprofessional.altervista.org"><img src="http://www.windowsprofessional.altervista.org/images/banner.gif" alt="Scambio banner" width="468" height="60"></a></p>

<p><a href="http://scambiolink.jimdo.com/ " target="_blank"><strong>SCAMBIO LINK&nbsp; CLICCA </strong></a></p>

<script language='JavaScript' src='http://popup.scambiositi.com/adv.php?ID=1887'></script>

<p><a href="http://scambiolink.jimdo.com/ " target="_blank"><strong>SCAMBIO LINK&nbsp; CLICCA </strong></a></p>

<a href="https://twitter.com/share" class="twitter-share-button" data-url="http://windowsprofessional.altervista.org/" data-via="carlino16122000" data-lang="it" data-size="large">Tweet</a>
<script>!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?'http':'https';if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+'://platform.twitter.com/widgets.js';fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document, 'script', 'twitter-wjs');</script>

<a href="http://marnu.altervista.org/aumentavisite.html"><img src="http://www.areagratis.it/checker//free-pagerank-display.php?a=getCode&s=1" title="PageRank" border="0px" alt="PageRank" /></a>